“The Disney Trap” ha superato un milione e mezzo di spettatori!

Sono davvero felicissima di questo risultato non solo pazzesco ma davvero inipotizzabile quando con la micro fotocamera e tutte le luci della camera da letto accese leggevo sudata il copione nascondendolo dietro lo schermo del pc.. sono contenta che Molly abbia fatto tutta questa strada, anzi, sta in effetti per girare un nuovo corto, questa volta contro il prestito a pagamento in biblioteca.. Vi farò sapere!

The Disney Trap” è stato da poco segnalato nuovamente in rete, questa volta a proposito della presentazione di “Tutti giù all’inferno” di ieri al Linux Club di Roma, in questo pezzo della grande Alessandra Buccheri su L’Angolo Nero

Appello “Triangolo nero”

In questi giorni sono stata totalmente assorbita dalla preparazione e diffusione di questo importantissimo appello, che vi invito a firmare online qui su petition.org

Il triangolo nero
Violenza, propaganda e deportazione. Un manifesto di scrittori, artisti e intellettuali contro la violenza su rom, rumeni e donne

La storia recente di questo paese è un susseguirsi di campagne d’allarme, sempre più ravvicinate e avvolte di frastuono. Le campane suonano a martello, le parole dei demagoghi appiccano incendi, una nazione coi nervi a fior di pelle risponde a ogni stimolo creando “emergenze” e additando capri espiatori.
Una donna è stata violentata e uccisa a Roma. L’omicida è sicuramente un uomo, forse un rumeno. Rumena è la donna che, sdraiandosi in strada per fermare un autobus che non rallentava, ha cercato di salvare quella vita. L’odioso crimine scuote l’Italia, il gesto di altruismo viene rimosso.
Il giorno precedente, sempre a Roma, una donna rumena è stata violentata e ridotta in fin di vita da un uomo. Due vittime con pari dignità? No: della seconda non si sa nulla, nulla viene pubblicato sui giornali; della prima si deve sapere che è italiana, e che l’assassino non è un uomo, ma un rumeno o un rom.
Continua a leggere